si divertono con me...

giovedì 16 febbraio 2017

SALAMINA DA SUGO...DALLA MIA EMILIA ROMAGNA




Oggi un grande classico

della mia regione:EMILIA ROMAGNA ,

precisamente proveniente dalla provincia di Ferrara.
Non può mancare sulle nostre tavole nel periodo Natalizio,oltre essere buonissima e' una vera tradizione.... essendo un insaccato abbastanza pesantuccio si gusta a piccole porzioni.

Viene preparate
 macinando,polpa magra,guanciale,coppa del collo ,rifilature della coscia destinata alla produzione del prosciutto e della spalla,vengono


aggiunte piccole quantità di fegato e lingua,il tutto condito con sale,pepe ,noce moscata e ABBONDANTE VINO ROSSO ROBUSTO,che oltre ad aromatizzare l'insaccato ne determina la stagionatura.

L'impasto viene insaccato nella vescica del salame che ha una forma rotondeggiante caratteristica.

Il tipo di legatura permette 6 o 11 spicchi a
 seconda della grandezza .


La cottura e' molto semplice .
La prima operazione è diagnostica, si tratta della cosiddetta piombatura ovvero dell'immersione della salama in acqua osservando se affonda o se tende



a galleggiare. Se affonda nell'acqua

 (come un piombo), significa che la

salama non presenta difetti insorti durante

la stagionatura; se invece tende


a galleggiare significa che all'interno, durante


la maturazione, si sono

 formate piccole sacche d'aria che

potrebbero avere irrancidito il prodotto.




Il procedimento di cottura procede con l'immersione

della Salamina in acqua tiepida per

una notte. Si lava poi sotto l'acqua corrente, aiutandosi a
anche con le mani, così da togliere

 lo strato di muffa dovuto alla stagionatura.

 inserendola direttamente
 in acqua e Vino rosso robusto .
 Non deve assolutamente toccare il fondo durante la
cottura quindi vi faro' vedere come la dovete





mettere aiutandovi semplicemente

con un mestolo di legno.
La cottura prevista viaggia dalle 6 alle 8 ore .



 Una volta cotta viene tagliata a spicchi


e servita con purè oppure crema fritta.





CIAOOOO







5 commenti:

  1. Non lo conoscevo questo insaccato, sai?! Grazie per la spiegazione, deve essere buonissima ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo qui da noi a Natale non manca mai mai , una vera delizia molto pesante ma con un gusto unico ... Io una volta all'anno la faccio sempre !!! Buona giornata

      Elimina
  2. Carissima Cinzia grazie mille per avermi fatto conoscere questo prodotto eccezionale tipico della tua terra e per aver esposto tutti gli interessanti passaggi relativi alla sua preparazione e alla sua cottura:)).
    Sicuramente è gustosissimo,sarei troppo curiosa di assaggiarlo:)).
    Grazie infinite per la condivisione:)).
    Un bacione:)).
    Rosy

    RispondiElimina
  3. Che piatto ricco e gustoso. Ogni tanto fa bene abbandonarsi a cose ricche di sapore! Bravissima Cinzia
    Bacioni Alessandra

    RispondiElimina
  4. Vengo a cena da te!
    Buon fine settimana, ciao.

    RispondiElimina